Newsletter
22 Settembre 2020

Smart City: Le città del Futuro

La definizione di Smart City è stata dichiarata dall’Unione Europea come l’inclusione di 6 dimensioni:

Smart People: Il modello prevede che tutti i cittadini siano partecipi di tale processo e che siano coinvolti nelle attività. L’interazione dei cittadini, il dialogo e la partecipazione allo sviluppo delle città e alle decisioni dell’amministrazione locale, sono il punto chiave di questa prima dimensione. Un sistema informatico deve permettere a chiunque di inviare in tempo reale una segnalazione su un problema o una richiesta. La Smart City è inclusiva e massimizza il capitale umano e sociale attraverso azioni volte a promuovere lo sviluppo delle attività e del commercio in città.

Smart Governance: L’amministrazione cittadina deve avere il suo fulcro nel capitale umano, nelle risorse ambientali, nelle relazioni e nei beni della comunità. La costruzione di nuovi edifici o la ristrutturazione dei vecchi, deve essere effettuata rispondendo a precisi standard di efficienza energetica e smartness. Lo Smart Building è un tassello fondamentale per la costruzione di una Smart City che abbia sinergia fra risparmio energetico, sostenibilità e sociale.

Smart Economy: L’innovazione tecnologica deve supportare l’economia e il commercio urbano nell’ottica della produttività e dell’occupazione della città. È necessario quindi puntare su ricerca e innovazione.

Smart Living: Il benessere del cittadino deve essere una priorità legata agli aspetti di salute, educazione, sicurezza, cultura, etc. La sicurezza integrata è un aspetto fondamentale, significa minore criminalità, maggiore attenzione alle aree critiche e l’utilizzo di tecnologie innovative volte al controllo, alla sorveglianza e all’intervento tempestivo per la risoluzione di problematiche ed emergenze.

Smart Mobility: La mobilità intelligente, l’E-Mobility, il car sharing e tutte le altre forme di management debbono ridurre l’impatto ambientale, ottimizzare il risparmio energetico e diminuire i costi. Rendere una città più efficiente, vivibile e intelligente vuol dire adottare delle soluzioni che snelliscano il traffico, riducano l’inquinamento e che offrano ai cittadini la possibilità di ottimizzare la produzione ci Co2, come ad esempio lo Smart Parking.

Smart Enviroment: Lo sviluppo sostenibile, il basso impatto ambientale e l’efficienza energetica sono aspetti prioritari per la città del futuro.

Da uno studio del Politecnico di Milano, si evincono le tecnologie abilitanti in grado di supportare e facilitare il processo di trasformazione delle città. Vengono individuate come prioritarie:

Tecnologie e infrastruttura dell’informazione e della comunicazione: Attraverso l’utilizzo di tecnologie più performanti, come ad esempio il 5g, è possibile efficientare la comunicazione e il passaggio dell’informazione per essere da tutti fruibile.

Internet of Things (IoT): Internet, associato agli oggetti, garantirà un controllo e una fruibilità maggiore dei sistemi, come ad esempio noleggiare una macchina, sbloccare un monopattino, utilizzare una green bike. Pannelli che indicano zone con maggior traffico e vie alternative, favoriranno la risoluzione degli ingorghi e diminuiranno l’emissione di Co2

Analisi dei Big Data: I flussi di grandi informazioni verranno analizzati per soddisfare ulteriormente i bisogni dei cittadini, analizzandone comportamenti, esigenze e difficoltà.

Sensori e Attuatori: L’accensione di illuminazioni intelligenti al passaggio di un pedone, l’invio dell’alert di riempimento di un bidone dei rifiuti, l’accesso a zone residenziali tramite sensori e attuatori, garantiranno sicurezza, ottimizzazione dei processi lavorativi e risparmio energetico.

Sistemi di Riduzione e gestione del consumo energetico e di monitoraggio energetico e sistemi di produzione e distribuzione dell’energia: il monitoraggio dei consumi del dispendio energetico e la revisione di tali processi in ottica di ottimizzazione e miglioramento, saranno le chiavi per una città sostenibile e verde.

Nuovi materiali e soluzioni per una edilizia sostenibile e modelli di pianificazione urbana, supporto alle decisioni e gestione a livello amministrativo: L’edilizia realizzata nell’ottica della Smart City, avrà un impatto minore per quanto concerne la produzione di rifiuti, il risparmio energetico, la riduzione dell’inquinamento e creerà zone Smart e Tecnologiche al servizio del cittadino.

Nuovi veicoli ibridi ed elettrici: Mettere a disposizione dei cittadini mezzi di mobilità a bassa emissione di Co2, l’acquisto di mezzi pubblici ibridi o elettrici e l’incentivazione all’utilizzo degli stessi, ridurrà l’inquinamento delle città, abbatterà quello delle zone più a rischio e favorirà una sostenibilità cittadina, sensibilizzando le persone a temi molto importanti come il risparmio energetico e l’inquinamento.

Gestione del ciclo dei rifiuti: modelli di raccolta, trattamento e recupero. L’ottimizzazione dei ritiri e dello smaltimento dei rifiuti domestici, aziendali e industriali, l’attuazione di tecniche innovative per l’inertizzazione dei rifiuti e l’utilizzo dei rifiuti post inertizzazione per realizzazione di materiali urbani, renderanno sostenibile questa dimensione della città.

Intelligenza Artificiale: Attraverso l’intelligenza artificiale, sarà possibile effettuare ricerche più mirate, ottenere soluzioni immediate, analizzare dati favorendo il supporto alle decisioni, gestire automaticamente problematiche standard e garantire controllo e sicurezza.

L’ideazione di un modello Smart City sostenibile, è il frutto di una rapida crescita della popolazione urbana, dei cambiamenti climatici, della scarsità delle risorse energetiche ed idriche e dei forti cambiamenti economici e tecnologici. Senza dubbio, ciò che appare da subito vantaggioso, è la gestione ottimale del tempo. Le iterazioni con la Pubblica amministrazione, il sistema sanitario, la creazione e la gestione delle documentazioni cittadine, divengono più fruibili e immediate. Migliorare la qualità ambientale, vuol dire avere città dove il cittadino desidera vivere, trovare lavoro e dove la riduzione della criminalità e degli incidenti, la rendano attraente perché pensata a misura di cittadino.

Info sull’autore

Newsletter
 
L’avviso Tecnonidi – Aiuti alle piccole imprese innovative” è rivolto ad imprese di piccola dimensione che intendono avviare o sviluppare...
 
Smart working in senso ampio. Lo smartworking non è una novità nel mondo dell’organizzazione del lavoro aziendale. Molte imprese avevano...
 
Le sfide che devono affrontare le aziende e le industrie della salute e delle scienze della vita si espandono su...
 
Il coinvolgimento tecnologico Chapman (1997) definisce l’engagement come qualcosa che ci attira, ci attrae e trattiene la nostra attenzione. Un’interfaccia...
 
La videosorveglianza intelligente nasce dall’evoluzione dell’analisi video. Il collegamento in rete degli apparati ha consentito che i software esaminassero le...
 
La definizione di StartUp Innovativa, nasce dal decreto legge Crescita del 2.0 (179/2012) e determina dei requisiti fondamentali per la...
 
A causa del COVID-19, le organizzazioni, indipendentemente dalle dimensioni o dal settore, si confrontano con lo smart working e su...
 
Gli esperti determinano come le piccole imprese sono state influenzate negativamente dagli effetti del Covid, e la maggior parte non...
 
La nuova agevolazione del gruppo Simest di cui parliamo oggi, riguarda un tasso agevolato, a regime “de minimis”, lo sviluppo...
 
Perché i Droni? Sicuramente questi dispositivi innovativi hanno la potenzialità di arrivare, in modo sicuro ed efficace, ad eseguire delle...
 
I programmi di chatbot sono nati dall’esigenza della trasformazione digitale per una società sempre più mobile. Nascono in sostituzione delle...
 
Chi può richiedere l’agevolazione? Può richiedere l’agevolazione: Un’impresa di piccola dimensione come da definizione di cui all’Allegato I del Regolamento...
 
Sempre più la Moda si orienta verso l’analisi degli utenti per quanto riguarda i loro desideri, le sensazioni rilevate dalla...
 
L’industria 4.0 si estende anche all’ambiente produttivo dell’industria alimentare anche grazie al concetto di Smart Factory, dove un sistema informatico...
 
Internet of Things (ioT) o, letteralmente, Internet delle cose è una definizione usata per la prima volta da Kevin Ashton...
 
Lo Smart Glass è una nuova tecnologia “Hand Free” che fornisce un supporto alle attività e alla risoluzione di problematiche...
 
La soluzione “Smart Bracelet”, ideata dalla Dyrecta Lab, segnala il mancato rispetto della distanza di sicurezza tra due soggetti che...
 
Monitoraggio sicuro è una Piattaforma Software supportata da dispositivi Hardware, sviluppata per far parte integrante della vita quotidiana dei cittadini...
 
Dalla Regione Puglia 13 milioni di euro per il nuovo incentivo denominato Innoprocess nato per incentivare e sostenere gli investimenti in...
 
Intelligenza Artificiale e Reti Neuronali analizzano immagini digitali o real-time, per identificare una persona e riconoscerla in futuro. Il riconoscimento...
 
La definizione di Smart City è stata dichiarata dall’Unione Europea come l’inclusione di 6 dimensioni: Smart People: Il modello prevede...
 
Nell’articolo scientifico   vengono analizzate le variabili in grado di avere un impatto in termini di “Risorse Umane”, facendo riferimento a 36...
 
Si è svolto da poco il Demo-Lab di HYDRO RISK LAB, progetto finanziato dalla Regione Puglia e coordinato scientificamente dall’Istituto...
 
A Terni nasce il primo negozio Umbro Verde e Hi-Tech. Nato da una idea di Davide Milani, professore dell’istituto tecnologico...
 
Crescono i lavoratori con educazione terziaria. Tuttavia l’intelligenza artificiale e l’abbassamento degli standard formativi di scuola e università potrebbero comportare...
 
La realtà aumentata si definisce come la visione di un ambiente fisico reale medianti dispositivi che seguono la realtà tramite...
 
L’intervento del Ministero dello Sviluppo Economico mira alla realizzazione di progetti di valorizzazione di disegni e/o modelli registrati l’Ufficio Italiano...
 
Le modalità di velocizzazione e ottimizzazione delle prestazioni delle attività, si basano sull’automazione dei processi di digitalizzazione e nella strutturazione...
 
Sempre di più si parla di predizione dello stato di salute, di qualità della vita e di supporto alle decisioni...
 
La situazione in Puglia per quanto riguarda la Xylella Fastidiosa, non smette di avanzare. Le zone infette arrivano fino a...
 
L’OIC-24 è un principio contabile per il trattamento delle spese di ricerca e sviluppo nel bilancio di esercizio. In sintesi...
 
Il Machine Learning può essere sintetizzato come la capacità della macchina (e quindi del computer) di apprendere automaticamente, senza essere...
 
L’intervento del Fondo per la crescita sostenibile per i progetti di ricerca e sviluppo nell’ambito dell’economia circolare di cui alla...