Newsletter
20 Ottobre 2020

Lo smartworking nel COVID : tra digitalizzazione e welfare aziendale

Smart working in senso ampio. Lo smartworking non è una novità nel mondo dell’organizzazione del lavoro aziendale. Molte imprese avevano posto in essere delle strategie di smartworking prima della pandemia da COVID-19. Nel 2018 il 56% delle grandi imprese aveva posto in essere dei processi rivolti allo smartworking e questa percentuale era arrivata al 58% prima della pandemia. I progetti di smartworking inoltre stavano anche migliorando nella dimensione qualitativa coinvolgendo, sempre nelle grandi aziende una popolazione dei dipendenti pari a circa il 48%. Tuttavia non v’è dubbio che con il COVID lo smart-working ha iniziato ad essere utilizzato in modo sempre più significativo. Di seguito vengono analizzate le soluzioni dello smartworking implementate nella Coca Cola e in ACI.

Lo smart working della Coca Cola.  L’azienda Coca Cola HBC Italia ha implementato un modello di smartworking nel 2013. L’azienda ha un numero pari a circa 2.000 dipendenti in Italia con circa 5 stabilimenti dedicati in seguito allo svolgimento dei lavori per il trasferimento della sede principale nel nuovo edificio di Sesto San Giovanni a Milano. L’azienda per mettere insieme il progetto ha creato un team multidisciplinare che grazie alle risorse umane ha realizzato le attività di change management. L’adesione al progetto è stata lasciata nella libertà dei dipendenti. In un primo momento è stata offerta una flessibilità di luogo ovvero la possibilità di operatività in remoto. Tuttavia in seguito è stata introdotta una flessibilità anche di carattere orario con l’abolizione della timbratura ad inizio ed uscita. È stato in seguito introdotto un sistema di monotimbrattura con il riconoscimento di libertà ai dipendenti. La timbratura in smartworking avviene online in un sito dedicato. Nel 2019 hanno lavorato in modalità smartworking circa 335 persone quasi tutte nella sede di Milano totalizzando un numero di ore lavorate pari a circa 59.953. Ogni dipendente è stato dotato di un laptop, di uno smartphone e di una connessione dati per realizzare l’attività di desk sharing. I dipendenti dell’azienda hanno dichiarato di essere maggiormente flessibili e di riuscire a conciliare in un modo assai più efficiente la vita privata e la vita professionale attraverso l’ottimizzazione dei tempi e la riduzione dei costi. Inoltre i dipendenti che vengono periodicamente intervistati su questioni che fanno riferimento alla dimensione della soddisfazione del lavoro hanno dichiarato nel 2019 di essere più soddisfatti di circa l’8% in più rispetto al 2017. L’azienda ha guadagnato con una riduzione degli spazi pari a circa il 20%. A seguito dell’emergenza COVID le politiche di smart working dell’azienda sono state potenziate e la sede di Milano della Coca Cola ha posto l’intera popolazione dei dipendenti in una condizione dei smartworking per 5 giorni per week. I lavoratori erano preparati a tale modalità e hanno avuto anche il supporto tecnologico necessario per poter svolgere il lavoro produttivo nella dimensione smart. Tuttavia, la Coca Cola ha fatto una vera e propria formazione dei dipendenti al lavoro da remoto, e li ha dotati di adeguati strumenti digitali, di assistenza mediante delle piattaforme di e-learning, di una assicurazione sanitaria dedicata, supporto psicologico e partnership per accedere ai corsi di fitness online e a piattaforme di streaming. Sono state inoltre realizzate delle regole relative al funzionamento dello Smart working, con l’indicazione degli orari dei meeting, l’utilizzo dei collaboration aziendali. L’azienda è inoltre intervenuta anche sull’equipment con dotazioni di monitor, sedie ergonomiche[1].

Lo smart working in ACI[2]. Il progetto di Smart Working di ACI è stato avviato il 1° luglio del 2018 con una sperimentazione di 6 mesi su 300 dipendenti nella sede centrale. In seguito nel corso del 2020 il numero dei dipendenti operanti da remoto è cresciuto fino ad un valore del 14%. Lo smartworking in ACI è stato soprattutto dedicato agli operatori della sede centrale. Gli operatori delle sedi provinciali sono stati esclusi per le difficoltà di applicare la digitalizzazione dei servizi nelle sedi periferiche. I lavoratori accedono allo smartworking con un accordo individuale. Lo smartworking è possibile per un giorno a settimana ed al lavoratore è richiesta una reperibilità durante gli orari di lavoro. Il luogo dove viene svolto lo smartworking può essere liberamente scelto dal dipendente con esclusione di luoghi pubblici. L’azienda offre ai dipendenti dei computer ed un accesso da remoto. L’attività di smartworking è stata accompagnata da un ampio processo di digitalizzazione che prevede l’uso della firma digitale, dei documenti digitali, dei protocolli informatici ed anche una specifica formazione per i dipendenti. L’obbiettivo di ACI è di estendere l’utilizzo dello smartworking alla popolazione dei lavoratori operanti negli uffici periferici attraverso l’investimento nelle strutture digitali e dotando i lavoratori di adeguata strumentazione. I benefici per i lavoratori sono stati molto ampi soprattutto con riferimento alla possibilità di conciliare in modo efficiente i tempi di vita e di lavoro. Durante la crisi del COVID tutti i dipendenti ACI sono stati posti in smartworking o in alternativa hanno usufruito di ferie e permessi. La percentuale di lavoratori in smartworking ha raggiunto il 78%. Anche i lavoratori delle sedi provinciali hanno avuto accesso allo smartworking. Poiché il lockdown ha ridimensionato significativamente il mercato dell’auto anche la domanda di servizi automobilistici è diminuita ed i dipendenti di ACI sono stati coinvolti in attività di formazione attraverso l’utilizzo delle piattaforme di e-learning. E’ stato fornito anche adeguato sostegno psicologico.

Conclusioni. In sintesi è possibile affermare che lo smartworking è una componente essenziale di due processi aziendali ovvero da un lato la digitalizzazione dei sistemi produttivi resa possibile della quarta rivoluzione industriale e dall’altro lato le politiche di welfare aziendale che sempre di più cercano di creare le condizioni per un lavoro sostenibile nel quale il lavoratore possa conciliare al meglio gli impegni professionali con gli impegni privati. Certamente le grandi aziende sono ampiamente avvantaggiate nell’utilizzo dello smartworking. Tuttavia, visto che lo smartworking offre degli importanti vantaggi anche in termini di maggiore soddisfazione nell’ambiente di lavoro è auspicabile che vengano implementate delle politiche economiche in grado di promozionare l’utilizzo dello smartworking anche nelle PMI.

[1] https://www.osservatori.net/it/prodotti/formato/business-case/lo-smart-working-in-coca-cola-hbc

[2] https://www.osservatori.net/it/prodotti/formato/business-case/lo-smart-working-in-aci

Info sull’autore

Newsletter
 
L’Avviso Innoaid è la nuova misura della Regione PUGLIA per le micro, piccole e medie imprese che prevede la concessione di...
 
E’ stato approvato dal Consiglio dei Ministri del 16/11/2020 il disegno di legge di Bilancio 2021. Occorrerà ora attendere la...
 
Innoprocess è il bando della regione Puglia per incentivare e sostenere gli investimenti in innovazione dei processi e dell’organizzazione aziendale fino...
 
  Gli Istituti di Ricerca si stanno domandando come l’informazione può essere usata in modo sostenibile a vantaggio delle imprese...
 
I disturbi muscoloscheletrici legati al lavoro (WMSD) sono in crescita e diffusi tra gli impiegati che usano intensivamente il computer....
 
 Le ricercatrici Jennifer Doudna dell’Università di California e Emmanuelle Charpentier dell’Unità Max Planck hanno ricevuto il premio Nobel 2020...
 
Agli occhi di un imprenditore, la sostenibilità può sembrare amorfa, quindi l’adozione di strumenti metodologici e di una prospettiva abbondante...
 
L’agevolazione “BUILDING A LOW-CARBON, CLIMATE RESILIENT FUTURE: RESEARCH AND INNOVATION IN SUPPORT OF THE EUROPEAN GREEN DEAL (H2020-LC-GD-2020)” è diretta...
 
Nature https://www.nature.com/articles/s41392-020-00352-y L’urgente necessità di combattere il COVID-19, ha accelerato lo sviluppo dei diversi tipi di vaccini SARS-CoV-2 tra i quali...
 
I robo advisors sono un tipo di consulenti che forniscono prestazioni finanziarie e gestiscono gli investimenti online, sulla base di...
 
Fonte https://www.wcrp-climate.org/ Il riscaldamento globale, in climatologia, indica il mutamento del clima terrestre sviluppatosi a partire dalla fine del XIX....
 
Nel gennaio 2020 i virologi cinesi pubblicarono la descrizione del corona virus appena scoperto SARS-CoV-2 che era la causa della...
 
https://www.misu.app/ In questo momento di crisi, dove con poche risorse si vorrebbero generare grandi cambiamenti, le aziende possono far fronte alla...
 
Se non è ancora successo, è solo una questione di tempo prima che un’azienda abbia un incidente relativo alla sicurezza...
 
Il Black Friday è l’ultimo venerdì di novembre, quest’anno il giorno 27. Negli Usa è un giorno di shopping che...
 
OCCHI BIONICI La ricerca sperimentale si dirige verso la costruzione di dispositivi bionici. Il disegno di impianti elettronici wireless miniaturizzati,...
 
Patent Box è un regime opzionale di tassazione per i redditi d’impresa derivanti dall’utilizzo di software protetto da copyright, di brevetti...
 
La recessione causata dal COVID-19, come evidenziato dai risultati dell’indagine sul futuro del lavoro 2020, del World Economic Forum, delinea...
 
CREAZIONE DI UNA RETE ROBUSTA Le organizzazioni di vario tipo e grandezza si stanno organizzando per creare delle torri di...
 
La Legge di Bilancio 2020 ha chiuso anticipatamente il Bonus Ricerca 2015-2020 e ha introdotto delle nuove modalità a partire...
 
La Legge di Bilancio 2020 (legge n. 160 del 27 dicembre 2019) ha introdotto un credito d’imposta per investimenti in beni strumentali...
 
VINERIE Durante la pandemia, molti viaggi sono stati annullati e con essi i percorsi degustativi nelle cantine mondiali. Per gestire...
 
Yoox ha introdotto una nuova funzionalità nella sua app di mirror virtuale basata su AI che consente ai clienti di...
 
Secondo PWC il COVID-19 ha accelerato i cambiamenti nel modo in cui le persone vivono, lavorano e fanno acquisti. Ciò...
 
La Commissione Europea rafforza il suo impegno nella lotta al cambiamento climatico e la normalizzazione energetica entro il 2050. A...
 
L’interruzione delle supply chain globali ha comportato molti danni economici alle imprese, ai consumatori ed agli Stati. Occorre che da...
 
La temperatura corporea anormale è un indicatore naturale di un malfunzionamento fisico. La termografia a infrarossi (IRT) è una risorsa...
 
NEXT PERCEPTION è un progetto europeo che mira al monitoraggio intelligente e alla detezione precoce. Al progetto partecipano 43 partners...
 
Le reti neurali sono utilizzate in svariati ambiti della realtà che ci circonda e sono alla base del principio di...
 
Le reti neurali artificiali (ANN) sono modelli matematico-informatici ispirati al modello delle reti neurali biologiche, capaci di apprendere sfruttando meccanismi...
 
L’avviso Tecnonidi – Aiuti alle piccole imprese innovative” è rivolto ad imprese di piccola dimensione che intendono avviare o sviluppare...
 
Smart working in senso ampio. Lo smartworking non è una novità nel mondo dell’organizzazione del lavoro aziendale. Molte imprese avevano...
 
Le sfide che devono affrontare le aziende e le industrie della salute e delle scienze della vita si espandono su...
 
Il coinvolgimento tecnologico Chapman (1997) definisce l’engagement come qualcosa che ci attira, ci attrae e trattiene la nostra attenzione. Un’interfaccia...
 
La videosorveglianza intelligente nasce dall’evoluzione dell’analisi video. Il collegamento in rete degli apparati ha consentito che i software esaminassero le...
 
La definizione di StartUp Innovativa, nasce dal decreto legge Crescita del 2.0 (179/2012) e determina dei requisiti fondamentali per la...
 
A causa del COVID-19, le organizzazioni, indipendentemente dalle dimensioni o dal settore, si confrontano con lo smart working e su...
 
Gli esperti determinano come le piccole imprese sono state influenzate negativamente dagli effetti del Covid, e la maggior parte non...
 
La nuova agevolazione del gruppo Simest di cui parliamo oggi, riguarda un tasso agevolato, a regime “de minimis”, lo sviluppo...
 
Perché i Droni? Sicuramente questi dispositivi innovativi hanno la potenzialità di arrivare, in modo sicuro ed efficace, ad eseguire delle...
 
I programmi di chatbot sono nati dall’esigenza della trasformazione digitale per una società sempre più mobile. Nascono in sostituzione delle...
 
Chi può richiedere l’agevolazione? Può richiedere l’agevolazione: Un’impresa di piccola dimensione come da definizione di cui all’Allegato I del Regolamento...
 
Sempre più la Moda si orienta verso l’analisi degli utenti per quanto riguarda i loro desideri, le sensazioni rilevate dalla...
 
L’industria 4.0 si estende anche all’ambiente produttivo dell’industria alimentare anche grazie al concetto di Smart Factory, dove un sistema informatico...
 
Internet of Things (ioT) o, letteralmente, Internet delle cose è una definizione usata per la prima volta da Kevin Ashton...
 
Lo Smart Glass è una nuova tecnologia “Hand Free” che fornisce un supporto alle attività e alla risoluzione di problematiche...
 
La soluzione “Smart Bracelet”, ideata dalla Dyrecta Lab, segnala il mancato rispetto della distanza di sicurezza tra due soggetti che...
 
Monitoraggio sicuro è una Piattaforma Software supportata da dispositivi Hardware, sviluppata per far parte integrante della vita quotidiana dei cittadini...
 
Dalla Regione Puglia 13 milioni di euro per il nuovo incentivo denominato Innoprocess nato per incentivare e sostenere gli investimenti in...
 
Intelligenza Artificiale e Reti Neuronali analizzano immagini digitali o real-time, per identificare una persona e riconoscerla in futuro. Il riconoscimento...
 
La definizione di Smart City è stata dichiarata dall’Unione Europea come l’inclusione di 6 dimensioni: Smart People: Il modello prevede...
 
Nell’articolo scientifico   vengono analizzate le variabili in grado di avere un impatto in termini di “Risorse Umane”, facendo riferimento a 36...
 
Si è svolto da poco il Demo-Lab di HYDRO RISK LAB, progetto finanziato dalla Regione Puglia e coordinato scientificamente dall’Istituto...
 
A Terni nasce il primo negozio Umbro Verde e Hi-Tech. Nato da una idea di Davide Milani, professore dell’istituto tecnologico...
 
Crescono i lavoratori con educazione terziaria. Tuttavia l’intelligenza artificiale e l’abbassamento degli standard formativi di scuola e università potrebbero comportare...
 
La realtà aumentata si definisce come la visione di un ambiente fisico reale medianti dispositivi che seguono la realtà tramite...
 
L’intervento del Ministero dello Sviluppo Economico mira alla realizzazione di progetti di valorizzazione di disegni e/o modelli registrati l’Ufficio Italiano...
 
Le modalità di velocizzazione e ottimizzazione delle prestazioni delle attività, si basano sull’automazione dei processi di digitalizzazione e nella strutturazione...
 
Sempre di più si parla di predizione dello stato di salute, di qualità della vita e di supporto alle decisioni...
 
La situazione in Puglia per quanto riguarda la Xylella Fastidiosa, non smette di avanzare. Le zone infette arrivano fino a...
 
L’OIC-24 è un principio contabile per il trattamento delle spese di ricerca e sviluppo nel bilancio di esercizio. In sintesi...
 
Il Machine Learning può essere sintetizzato come la capacità della macchina (e quindi del computer) di apprendere automaticamente, senza essere...
 
L’intervento del Fondo per la crescita sostenibile per i progetti di ricerca e sviluppo nell’ambito dell’economia circolare di cui alla...