Newsletter
2020-09-15
15 settembre 2020

LE DETERMINANTI DELLE RISORSE UMANE NEI PAESI EUROPEI NEL PERIODO 2010-2019

Nell’articolo scientifico  vengono analizzate le variabili in grado di avere un impatto in termini di “Risorse Umane”, facendo riferimento a 36 paesi europei nel periodo tra il 2010 e il 2019. I dati utili per lo studio, sono stati estratti dall’European innovation Scoreboard della Commissione Europea e sono stati  analizzati con le metodologie econometriche in grado di tenere insieme la dimensione spaziale con le serie storiche (es. Panel Data con effetti fissi, effetti random, Pooled OLS, OLS presato-WLS e Dynamic Panel) confermando la validità statistica dei risultati.

Le risorse umane crescono insieme alla presenza di sistemi di ricerca attraenti, all’istruzione, all’indice di innovazione, alla presenza di una rete di collegamenti e relazioni tra il pubblico e privato per incrementare le spese in ricerca e sviluppo, nonché la performance complessiva dell’economia.

Tuttavia vi sono anche degli elementi che possono ridurre il valore delle risorse umane, come lo sviluppo di strumenti finanziari privatistici per la ricerca e sviluppo, la presenza di innovatori, di assets intellettuali e l’impatto della ricerca sulle vendite.

Occorre considerare che esiste un elemento paradossale nell’utilizzo delle risorse umane. Infatti, soprattutto nell’ambito della quarta rivoluzione industriale, le risorse umane qualificate e skillate, sono impegnate nell’efficientamento dei sistemi di produzione attraverso il mix di automazione ed intelligenza artificiale.

E proprio l’automazione e l’intelligenza artificiale, potrebbero creare disoccupazione sia nei settori dell’industria manifatturiera, sia nel settore dei servizi professionali e creativi. Ne deriva che l’impiego delle risorse umane nel futuro, potrebbe diminuire anche per le professioni qualificate sotto il punto di vista delle skill. L’intelligenza artificiale, infatti, promette di produrre valore anche nei settori connessi alla creatività e all’esercizio delle conoscenze tecnico-scientifiche come nei vari settori professionali.

Nel futuro, le risorse umane potrebbero diventare ridondanti, prive di capacità produttiva e dare origine a quella che l’antropologi Harari ha definito l’useless class”, ovvero la classe inutile.

Leggi l’articolo

833px-pdf_file_icon-svg

Info sull’autore

Newsletter
 
Lo Smart Glass è una nuova tecnologia “Hand Free” che fornisce un supporto alle attività e alla risoluzione di problematiche...
 
La soluzione “Smart Bracelet”, ideata dalla Dyrecta Lab, segnala il mancato rispetto della distanza di sicurezza tra due soggetti che...
 
Monitoraggio sicuro è una Piattaforma Software supportata da dispositivi Hardware, sviluppata per far parte integrante della vita quotidiana dei cittadini...
 
Dalla Regione Puglia 13 milioni di euro per il nuovo incentivo denominato Innoprocess nato per incentivare e sostenere gli investimenti in...
 
Intelligenza Artificiale e Reti Neuronali analizzano immagini digitali o real-time, per identificare una persona e riconoscerla in futuro. Il riconoscimento...
 
La definizione di Smart City è stata dichiarata dall’Unione Europea come l’inclusione di 6 dimensioni: Smart People: Il modello prevede...
 
Nell’articolo scientifico   vengono analizzate le variabili in grado di avere un impatto in termini di “Risorse Umane”, facendo riferimento a 36...
 
Si è svolto da poco il Demo-Lab di HYDRO RISK LAB, progetto finanziato dalla Regione Puglia e coordinato scientificamente dall’Istituto...
 
A Terni nasce il primo negozio Umbro Verde e Hi-Tech. Nato da una idea di Davide Milani, professore dell’istituto tecnologico...
 
Crescono i lavoratori con educazione terziaria. Tuttavia l’intelligenza artificiale e l’abbassamento degli standard formativi di scuola e università potrebbero comportare...
 
La realtà aumentata si definisce come la visione di un ambiente fisico reale medianti dispositivi che seguono la realtà tramite...
 
L’intervento del Ministero dello Sviluppo Economico mira alla realizzazione di progetti di valorizzazione di disegni e/o modelli registrati l’Ufficio Italiano...
 
Le modalità di velocizzazione e ottimizzazione delle prestazioni delle attività, si basano sull’automazione dei processi di digitalizzazione e nella strutturazione...
 
Sempre di più si parla di predizione dello stato di salute, di qualità della vita e di supporto alle decisioni...
 
La situazione in Puglia per quanto riguarda la Xylella Fastidiosa, non smette di avanzare. Le zone infette arrivano fino a...
 
L’OIC-24 è un principio contabile per il trattamento delle spese di ricerca e sviluppo nel bilancio di esercizio. In sintesi...
 
Il Machine Learning può essere sintetizzato come la capacità della macchina (e quindi del computer) di apprendere automaticamente, senza essere...
 
L’intervento del Fondo per la crescita sostenibile per i progetti di ricerca e sviluppo nell’ambito dell’economia circolare di cui alla...