Newsletter
14 Ottobre 2020

Cos’è una StartUp Innovativa

La definizione di StartUp Innovativa, nasce dal decreto legge Crescita del 2.0 (179/2012) e determina dei requisiti fondamentali per la costituzione aziendale. Una StartUp Innovativa si deve contraddistinguere per lo sviluppo, produzione e commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico capaci di avere un impatto di cambiamento positivo nel settore in cui operano o intendono operare.

Per innovazione si intende l’introduzione nel mercato di un prodotto/servizio nuovo o significativamente migliorato, capace di rispondere a un bisogno o di avere un impatto positivo ed essere riconosciuto come progresso; tale innovazione può anche riguardare l’introduzione di nuovi processi, tecniche, organizzazione del lavoro che abbattano i costi di produzione o aprano nuovi mercati. Anche l’industria 4.0 si sta innovando con l’utilizzo di nuovi macchinari, robotica, cloud computing e nuovi modelli produttivi ottimizzati tramite software dedicati.

La StartUp innovativa per poter essere riconosciuta come tale, deve essere iscritta all’apposita sezione del Registro delle imprese e rispettare una serie di requisiti:

  • La società deve essere stata costituita legalmente non più di 60 mesi prima rispetto al momento della richiesta.
  • La sede principale deve essere situata in territorio italiano o almeno una filiale deve esserlo.
  • L’oggetto sociale esclusivo o prevalente deve essere quello relativo alla realizzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico.
  • Il valore della produzione annua non deve essere superiore alla cifra di cinque milioni di euro e gli utili non devono essere distribuiti.
  • La StartUp non deve essere frutto di una fusione tra diverse imprese o non deve essere risultante da una scissione societaria o da una cessione di azienda o ramo di azienda. Deve quindi essere una nuova realtà imprenditoriale.
  • Il team della StartUp può essere costituito da 1/3 di personale altamente qualificato con un dottorato di ricerca oppure 2/3 devono essere in possesso della laurea magistrale.
  • Le spese di ricerca e sviluppo debbono corrispondere almeno al 15% del maggiore tra costo e valore totale della produzione. Queste spese variano dalla sperimentazione, prototipazione e sviluppo di business plan; dalle spese relative ai servizi di incubazione forniti solo da incubatori certificati; dai costi lordi di personale interno e consulenti esterni impiegati nelle attività di ricerca e sviluppo; dalle spese legali per la registrazione e protezione della proprietà intellettuale, termini e licenze d’uso. Beni immobili e locazioni, sono escluse dalle spese di Ricerca e Sviluppo.
  • La StartUp deve essere in possesso di un brevetto registrato, definito anche col termine di privativa industriale relativa ad una invenzione industriale, biotecnologica, a una topografia di prodotto a semiconduttori o a una nuova varietà vegetale oppure che possegga i diritti relativi ad un programma software registrato presso il registro pubblico del software.

Le StartUp Innovative possono godere dei seguenti vantaggi (sono indicate alcune agevolazioni ora attive):

  • Sarà possibile assumere personale qualificato il cui reddito di lavoro derivante dall’assegnazione di diritti d’opzione o strumenti finanziari o ogni altri diritto ad amministratori, dipendenti o collaboratori continuativi, non sarà soggetto ad imposizione fiscale o contributiva.
  • Sono previsti particolari esoneri contributivi per le assunzioni di lavoratori subordinati a tempo indeterminato (credito di imposta al 35%)
  • Si può beneficiare di una detrazione del 30% dall’imposta e di una detrazione del 30% dalla base imponibile
  • L’Agenzia Governativa ICE ha incluso le StartUp tra i destinatari prioritari della propria attività, offrendo loro condizioni di particolare favore nell’accesso ai servizi promozionali e di assistenza
  • Le StartUp non sono soggette alle tradizionali procedure concorsuali previste dal D.L. 267/1942 ma alla legge L.3/2012 art 6-16 per i procedimenti di composizione della crisi sovra-indebitamento che risultano essere più rapidi e meno gravosi
  • L’IVA agevolata è a regime forfettario

Sono predisposte delle forme di finanza agevolata come il boostrapping, il family, friend & fools, il Business Angels, il Crowdfounding, la Venture Capitalist, premi, grant e finanziamenti pubblici (da studiare caso per caso) e Incubatori e programmi di accelerazioni. Le StartUp non possono ricevere, complessivamente, più di 15 milioni di euro di investiment fiscalmente agevolabili, pensa la decadenza dal regime agevolativo.

Stai pensando di aprire una StartUp Innovativa? Chiedici una consulenza in merito e ti aiuteremo a comprendere come fare e quali sono le agevolazioni che potresti fruire all’atto della costituzione dell’Azienda.

Info sull’autore

Newsletter
 
L’avviso Tecnonidi – Aiuti alle piccole imprese innovative” è rivolto ad imprese di piccola dimensione che intendono avviare o sviluppare...
 
Smart working in senso ampio. Lo smartworking non è una novità nel mondo dell’organizzazione del lavoro aziendale. Molte imprese avevano...
 
Le sfide che devono affrontare le aziende e le industrie della salute e delle scienze della vita si espandono su...
 
Il coinvolgimento tecnologico Chapman (1997) definisce l’engagement come qualcosa che ci attira, ci attrae e trattiene la nostra attenzione. Un’interfaccia...
 
La videosorveglianza intelligente nasce dall’evoluzione dell’analisi video. Il collegamento in rete degli apparati ha consentito che i software esaminassero le...
 
La definizione di StartUp Innovativa, nasce dal decreto legge Crescita del 2.0 (179/2012) e determina dei requisiti fondamentali per la...
 
A causa del COVID-19, le organizzazioni, indipendentemente dalle dimensioni o dal settore, si confrontano con lo smart working e su...
 
Gli esperti determinano come le piccole imprese sono state influenzate negativamente dagli effetti del Covid, e la maggior parte non...
 
La nuova agevolazione del gruppo Simest di cui parliamo oggi, riguarda un tasso agevolato, a regime “de minimis”, lo sviluppo...
 
Perché i Droni? Sicuramente questi dispositivi innovativi hanno la potenzialità di arrivare, in modo sicuro ed efficace, ad eseguire delle...
 
I programmi di chatbot sono nati dall’esigenza della trasformazione digitale per una società sempre più mobile. Nascono in sostituzione delle...
 
Chi può richiedere l’agevolazione? Può richiedere l’agevolazione: Un’impresa di piccola dimensione come da definizione di cui all’Allegato I del Regolamento...
 
Sempre più la Moda si orienta verso l’analisi degli utenti per quanto riguarda i loro desideri, le sensazioni rilevate dalla...
 
L’industria 4.0 si estende anche all’ambiente produttivo dell’industria alimentare anche grazie al concetto di Smart Factory, dove un sistema informatico...
 
Internet of Things (ioT) o, letteralmente, Internet delle cose è una definizione usata per la prima volta da Kevin Ashton...
 
Lo Smart Glass è una nuova tecnologia “Hand Free” che fornisce un supporto alle attività e alla risoluzione di problematiche...
 
La soluzione “Smart Bracelet”, ideata dalla Dyrecta Lab, segnala il mancato rispetto della distanza di sicurezza tra due soggetti che...
 
Monitoraggio sicuro è una Piattaforma Software supportata da dispositivi Hardware, sviluppata per far parte integrante della vita quotidiana dei cittadini...
 
Dalla Regione Puglia 13 milioni di euro per il nuovo incentivo denominato Innoprocess nato per incentivare e sostenere gli investimenti in...
 
Intelligenza Artificiale e Reti Neuronali analizzano immagini digitali o real-time, per identificare una persona e riconoscerla in futuro. Il riconoscimento...
 
La definizione di Smart City è stata dichiarata dall’Unione Europea come l’inclusione di 6 dimensioni: Smart People: Il modello prevede...
 
Nell’articolo scientifico   vengono analizzate le variabili in grado di avere un impatto in termini di “Risorse Umane”, facendo riferimento a 36...
 
Si è svolto da poco il Demo-Lab di HYDRO RISK LAB, progetto finanziato dalla Regione Puglia e coordinato scientificamente dall’Istituto...
 
A Terni nasce il primo negozio Umbro Verde e Hi-Tech. Nato da una idea di Davide Milani, professore dell’istituto tecnologico...
 
Crescono i lavoratori con educazione terziaria. Tuttavia l’intelligenza artificiale e l’abbassamento degli standard formativi di scuola e università potrebbero comportare...
 
La realtà aumentata si definisce come la visione di un ambiente fisico reale medianti dispositivi che seguono la realtà tramite...
 
L’intervento del Ministero dello Sviluppo Economico mira alla realizzazione di progetti di valorizzazione di disegni e/o modelli registrati l’Ufficio Italiano...
 
Le modalità di velocizzazione e ottimizzazione delle prestazioni delle attività, si basano sull’automazione dei processi di digitalizzazione e nella strutturazione...
 
Sempre di più si parla di predizione dello stato di salute, di qualità della vita e di supporto alle decisioni...
 
La situazione in Puglia per quanto riguarda la Xylella Fastidiosa, non smette di avanzare. Le zone infette arrivano fino a...
 
L’OIC-24 è un principio contabile per il trattamento delle spese di ricerca e sviluppo nel bilancio di esercizio. In sintesi...
 
Il Machine Learning può essere sintetizzato come la capacità della macchina (e quindi del computer) di apprendere automaticamente, senza essere...
 
L’intervento del Fondo per la crescita sostenibile per i progetti di ricerca e sviluppo nell’ambito dell’economia circolare di cui alla...